Per niente Zen

yoga
Asana (whit dog)

Mi ha sempre fatto sorridere la contrapposizione tra due immagini.
Quella di una madre mezzo esaurita che rincorrere il figlio che ha combinato qualcosa al grido di frasi come “io ti ho fatto e io ti distruggo!”,
e quella di un monaco Zen, solitario sull’altura di un monte che non si muove dalla sua asana nemmeno se una mosca gli si poggia sopra il naso…

 

Ma sia l’arte ZEN che la maternità sono concetti così profondi e complessi che non è semplice definirli in poche parole o con delle immagini così stereotipate.
E allora, cosa è lo ZEN, a cosa serve? Perché applicarlo alla vita quotidiana e verso gli affetti a noi più cari?

Voi non avete ancora imparato cosa sia la spiritualità,
non è una religione, o una conoscenza, o la felicità o la buona fortuna
o la tragedia.
La spiritualità è stare davanti a voi stessi quando la vita vi affronta
Yogi Bhajan

Donare ai nostri figli dei genitori consapevoli, coscienti, felici, che provano ad affrontare le paure è il dono più grande che gli si possa fare.

Personalmente, con le mie contraddizioni, le mie insicurezze e le mie fragilità, riesco a fasi alterne.
E voi?

scalini nepal

 

2 thoughts on “Per niente Zen

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...